Come pulire una stampante

Come pulire una stampante

Come pulire una stampante

Oggi la stampante è uno strumento fondamentale per qualsiasi attività lavorativa. Ma è diventata indispensabile anche in un ambiente casalingo. Avere la possibilità di stampare in ogni momento documenti e file realizzati al computer è una grandissima comodità.

Per garantire quindi la durata nel tempo e la funzionalità del dispositivo è necessario svolgere una pulizia periodica. Mantenere in buone condizioni una stampante consente di aumentare la durata nel tempo e avere una qualità di stampa più elevata.
Vediamo dunque come effettuare una corretta pulizia in base alla tipologia della stampante.

Sommario:

Come pulire una stampante

Pulizia stampante a getto di inchiostro

Come pulire la testina

Pulizia dei rulli di alimentazione della carta

Pulizia stampante laser

Operazioni base

Come pulire il tamburo

Come pulire il filo corona

 

Pulizia stampante a getto di inchiostro

Quando la stampante non è utilizzata per molto tempo, la testina può asciugarsi e quindi non stampare bene. Ci sono diversi problemi che possono presentarsi e dunque peggiorare la qualità di stampa del dispositivo, proprio per questo motivo è necessario effettuare una corretta manutenzione della stampante.

Come pulire la testina

Le testine della stampante sono il luogo in cui l’inchiostro viene emulsionato o spruzzato (a seconda della tipologia della stampante) sulla carta o su un altro supporto. L’inchiostro fuoriesce poi da piccoli forellini chiamati ugelli.

Come si può facilmente intuire, si tratta di un punto molto particolare in cui l’accumulo di sporcizia o inchiostro secco possono causare anche il blocco della stampante. In questo caso, un uso poco frequente della stampante potrebbe portare all’essiccamento dei residui di inchiostro.

Nel caso in cui ci fosse la necessità di effettuare una stampa veloce, per evitare problemi legati alle testine della stampante è necessario attivare periodicamente una pulizia automatica degli ugelli. Questa opzione è presente nella maggior parte delle stampanti, ed è attivabile direttamente dal pannello di controllo del dispositivo (sempre che sia presente), oppure tramite il software installato sul pc.

In ogni caso è sempre consigliabile consultare le informazioni rese disponibili sui siti dei produttori per avere ulteriori informazioni. Inoltre, nel caso in cui la stampante fosse ancora in garanzia, potrà essere contattata l’assistenza e avere una consulenza più professionale e specifica.

Se intervenire tramite le impostazioni software legate al dispositivo non risulti sufficiente per la risoluzione del problema si dovrà passare a soluzioni manuali. L’intervento fisico sulle cartucce dovrebbe essere considerato come ultima possibilità, poiché se non eseguito con precisione potrebbe danneggiare la stampante.

Per prima cosa è necessario assicurarsi che le testine facciano parte della stampante o delle singole cartucce di inchiostro.
Nel primo caso, è possibile inserire tramite contagocce qualche goccia di acqua o alcol isopropilico direttamente nella vaschetta dell’inchiostro.

Nel secondo caso invece, dopo aver spento il dispositivo e averlo scollegato dalla presa elettrica, bisognerà estrarre le cartucce e strofinarle con un panno morbido imbevuto di alcol o un detergente che possa sgrassare. In alternativa immergere le testine in acqua calda potrebbe essere la soluzione migliore, l’importante è ricordarsi di asciugare bene i pezzi.

 

Pulizia dei rulli di alimentazione della carta

I rulli adibiti al prelevamento della carta, nel corso del tempo possono riempirsi di polvere e dunque alterare il corretto funzionamento del meccanismo di stampa.
Per pulire questo specifico elemento della stampante, è necessario spegnere il dispositivo e interrompere il collegamento con la corrente elettrica. Bisogna poi rimuovere lo sportello posteriore cercando di evitare possibili danni alla stampante.

Con l’ausilio di un panno umido e privo di pelucchi pulire i rulli facendoli ruotare con l’aiuto delle mani. È importante non spruzzare l’acqua direttamente sulle parti della stampante, ma inumidire il panno, questo perché l’acqua potrebbe danneggiare l’apparecchio. Non resta che verificare che i rulli siano liberi di ruotare e ricollegare la stampante alla presa di corrente.

Pulizia stampante laser

Una stampante laser non è dotata di vere e proprie testine da cui viene spruzzato l’inchiostro, come nel caso delle inkjet (a getto d’inchiostro). In questo caso quindi, l’essiccamento superficiale dell’inchiostro non si verifica ma il toner si riempie di polvere.

Uno dei vantaggi più grandi della stampante laser è il fatto di non contenere inchiostro. L’inchiostro è infatti molto più complicato da rimuovere rispetto alla polvere di toner. Sebbene siano dotate di un meccanismo differente da quelle a getto d’inchiostro, non significa che le stampanti laser non necessitino di una periodica pulizia.

Un eccesso di grafite rimasto sul rullo fusore della stampante può causare un peggioramento della qualità di stampa. I nostri documenti potrebbero quindi apparire sbavati e imprecisi.
Nel corso dell’utilizzo la grafite rimane sul rullo ed è proprio questo fenomeno che a lungo andare produce difetti nella stampa.

Come nel caso delle stampanti a getto d’inchiostro, la prima cosa da fare è quella di intervenire sulle impostazioni software del dispositivo e nel caso in cui questa procedura non fosse sufficiente procedere con soluzioni manuali alternative.

Occorre anche ricordare che nel processo di stampa, le stampanti laser producono sempre qualche residuo di grafite che si infiltra nei vani in cui è inserito il toner. Nella maggior parte dei casi queste polveri sono nocive, dunque è bene effettuare una corretta e periodica pulizia delle componenti del dispositivo per mantenere salubre l’ambiente in cui si trova.
Vediamo quindi quali sono le operazioni basilari per una corretta pulizia della stampante laser.

Operazioni base

Questa procedura comprende una serie di operazioni all’apparenza banali ma che consentono di accedere alle parti più nascoste del dispositivo e garantire una pulizia più profonda. La prima cosa da fare è ovviamente spegnere la stampante e scollegare la presa di corrente.

Per procedere con la pulizia delle varie componenti bisognerà attendere qualche minuto in modo tale che le varie parti possano raffreddarsi e dunque possano essere pulite.
Successivamente bisognerà rimuovere il vassoio porta carta e la cartuccia. Con un panno asciutto e morbido rimuovere i residui di carta e polvere, e con uno umido procedere a un vero e proprio lavaggio della macchina.

Ovviamente non è necessario usare grandi quantità di acqua ma ne basta pochissima per ottenere importanti risultati. Inoltre, come per le stampanti a getto d’inchiostro, anche nel caso di quelle laser, asciugare bene i pezzi è fondamentale per un corretto funzionamento del dispositivo.

Come pulire il tamburo

Una parte che necessita di una pulizia specifica è il tamburo, esso corrisponde alla parte della stampante che permette di collegare il toner. Dopo aver correttamente smontato il pezzo, con l’aiuto di un cotton-fioc imbevuto di disinfettante si potrà procedere ad una pulizia completa del pezzo.

Questo procedimento deve essere svolto con molta cura e precisione per andare a rimuovere ogni piccola incrostazione. Bisognerà inoltre essere molto delicati, senza applicare forti pressioni, per evitare di compromettere il meccanismo. Tramite questa procedura sarà possibile effettuare una pulizia profonda, evitando che eventuali residui di sporco abbiano un effetto negativo sulla stampa.

Come pulire il filo corona

Per pulire il filo corona sarà necessario rimuovere il toner e far scorrere la linguetta nel verso corretto. Con movimenti delicati sarà possibile rimuovere tutti i residui evitando di danneggiare gli elettrodi. Una volta pulito basterà riposizionarlo al punto di partenza in modo tale che sia nuovamente funzionante.

Elle di Ufficio

Elle Di Ufficio è un’azienda con esperienza trentennale nel campo della fornitura di servizi e apparecchiature per l’ufficio come computer, stampanti, centralini, mobili. Nasce nel 1987 dall’unione di Office Automation e Information Technology e ha sede nella provincia di Milano

Contatti

Largo Brugnatelli 5/3 20090 Buccinasco (MI)

Telefono 02 45712919
Email info@ellediufficio.it

Orari
Lun - Ven 08:30 - 18:00